Governo in salita, nodo Savona | La crisi spagnola | Irlanda verso il sì all’aborto | Weinstein in manette | Froome in rosa | Finale di Champions

LA LUNGA SALITA AL COLLE
Fumata nera Ieri il presidente incaricato Giuseppe Conte è salito al Quirinale per aggiornare il presidente della Repubblica sulla formazione del governo, ma senza sciogliere la riserva e portare la lista dei ministri. Si allungano quindi i tempi: il nodo principale rimane quello del nome di Paolo Savona al ministero dell’Economia, scelto dalla Lega e noto per le sue posizioni anti-Ue, a cui si oppone il Capo dello Stato (Repubblica).
*Savona dice: “Posso fare anche un passo indietro” (Corriere);
*Il deputato Pd Boccia alla Stampa: “Savona preparato, sarebbe un argine a Salvini”.

Reazioni Matteo Salvini, commentando l’impasse, ha scritto su Facebook: “Sono molto arrabbiato”, incassando il like di Luigi Di Maio (Messaggero). Il leader del Carroccio è pronto a rompere ed evoca il ritorno alle urne (Corriere). Secondo Repubblica, Alessandro Di Battista avrebbe invece messo il veto sul nome di Giampiero Massolo agli Esteri.

Il confronto In mattinata, Conte aveva incontrato il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco. Sul tavolo, l’urgenza di mandare segnali chiari ai mercati sui conti pubblici (Repubblica).

Il conto da […]