Elliott conquista il cda di Tim | Governo o voto, partiti divisi | Disoccupazione Usa ai minimi | Argentina, torna il rischio default | Weekender

ELLIOTT CONQUISTA TELECOM
Nel corso dell’assemblea dei soci tenutasi ieri a Rozzano, nel milanese, il fondo americano Elliott ha conquistato la maggioranza nel consiglio di amministrazione di Tim con il 49,8% dei voti: potrà esprimere dieci consiglieri su 15, controllando di fatto la società di telecomunicazioni (Repubblica). Nel cda entrano, tra gli altri, Alfredo Altavilla, Massimo Ferrari, Luigi Gubitosi e Fulvio Conti, ex ad di Enel, che sarebbe in pole per la presidenza (Il Sole 24 Ore).

Vincitori e vinti Si tratta di una vittoria nei confronti della francese Vivendi, azionista di maggioranza con il 23,9%, resa possibile dall’appoggio dei piccoli azionisti e di Cassa depositi e prestiti, che ora è pronta a salire nel capitale. Vivendi ha accusato Cdp di aver falsato il voto. Il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda plaude alla vittoria e chiede che ora Tim sia “una vera public company”. Il titolo Telecom ha reagito bene in Borsa.

Chi comanda? Elliot controlla il 9,2% di Tim e ha confermato di voler dare fiducia al piano dell’ex ad e attuale direttore generale Amos Genish. Il nuovo board si riunirà lunedì […]