Pd, le divisioni in Direzione | Il nodo della testimonianza di Trump |Il bilancio europeo | Fed, tassi invariati | Champions, Liverpool in finale

SENZA DIREZIONE 
Oggi è il giorno della Direzione nazionale del Pd a cui i democratici arrivano divisi: un gruppo di renziani ha presentato un documento, redatto dal coordinatore Lorenzo Guerini, che chiede di “evitare le conte” e chiude all’appoggio di un governo Di Maio o Salvini (La Stampa). Matteo Renzi spinge per l’unità del partito, ma viene sfidato da Dario Franceschini: “Voti la fiducia a Martina come segretario” (Repubblica).
Il documento della discordia Sul sito senzadime.it è comparsa una lista degli esponenti Pd suddivisi tra quelli contrari a un’intesa con i 5 Stelle e quelli disponibili a un’apertura: il documento, successivamente, è stato rimosso (Corriere).

Segreteria condivisa? “Credo ci voglia una segreteria costituente della quale Renzi faccia parte insieme a Paolo Gentiloni, a Enrico Letta e agli altri ex segretari del Pd”, dice il ministro Carlo Calenda in un’intervista al Corriere. Tra i non renziani, riporta La Stampa, si fa strada l’idea di anticipare l’assemblea nazionale per eleggere un nuovo segretario.

Letture: 
*Renzi ha ancora la maggioranza in Direzione (Il Sole 24 Ore).
*Il Pd non è una proprietà personale (Repubblica).
*Si organizza il fronte interno […]