Le minacce di Trump e il fronte venezuelano | Haftar contro l’Italia | Le prigioni dei migranti | L’inflazione rallenta | Sararah, l’app “anonima”

GUERRA DI MINACCE
Continua la guerra a colpi di dichiarazioni tra Stati Uniti e Corea del Nord. Su Twitteril presidente Donald Trump ha scritto che l’America è pronta a colpire nel caso in cui Pyongyang agisse “incautamente” (Reuters).

Timori internazionali Le parole del presidente non sembrano anticipare un cambio di strategia da parte degli Stati Uniti. Ciò nonostante sia la Russia che la Cina esprimono preoccupazione per l’escalation del conflitto (Bloomberg). Anche Angela Merkel ha implicitamente criticato l’affondo di Trump (Politico). L’Alto rappresentante Ue Federica Mogherini ha convocato un incontro straordinario del Comitato politico e di sicurezza per il 14 agosto.
*Troppi rischi per la Cina da un cambio di regime in Corea (Sole 24 Ore).

Uomo avvisato… A cittadini dell’isola di Guam è stato distribuito un documento di due pagine con le indicazioni per prepararsi a un eventuale attacco coreano (Washington Post). Trump, inoltre, ha rassicurato telefonicamente il governatore dell’isola Eddie Baza Calvo (The Hill).

Troppo tardi? Il Washington Post ha intervistato alcuni esperti per capire qual è il rischio di una degenerazione del conflitto. Siamo sull’orlo di una guerra nucleare? Probabilmente no.